fbpx

DA OGGI SEI LIBERA DI
ESSERE COME SEI

L'OSSERVATORIO DI AZIENDE E LAVORATORI ETICI
PER PREVENIRE E CONTRASTARE MOLESTIE
E VIOLENZE SUL LUOGO DI LAVORO


AZIENDA/
ORGANIZZAZIONE?

ENTRA A FAR PARTE
DI UN MONDO PIÙ ETICO

SCOPRI SE L’AZIENDA/
ORGANIZZAZIONE
OPERA CONFARE SICURO

LAVORIAMO INSIEME PER
FARE UN PASSO IN PIÙ

LAVORATORE/
LAVORATRICE?

SEGNALACI SE LA TUA
AZIENDA/ORGANIZZAZIONE
È UN LUOGO SICURO

SE SEI VITTIMA E SOGNI UNA
SECONDA CHANCE DI LAVORO SICURO

SOS VITTIMA
 

Progetti

Mission

Vision

Progetti

NEWS ED EVENTI

Definiti i parametri per la certificazione della parità di genere

A partire dal 1° luglio 2022, come comunicato dal Consiglio Federale della Figc, il calcio femminile in Italia diventa professionistico. Fare la calciatrice diventerà una vera e propria professione e non inquadrato più solo come dilettantistico.

Il calcio femminile verso il professionismo e la parità delle lavoratrici

A partire dal 1° luglio 2022, come comunicato dal Consiglio Federale della Figc, il calcio femminile in Italia diventa professionistico. Fare la calciatrice diventerà una vera e propria professione e non inquadrato più solo come dilettantistico.

Pari opportunità, rapporto sul personale

Il Ministro per le Pari Opportunità Elena Bonetti e il Presidente UNI Giuseppe Rossi hanno introdotto la prassi Uni PdR 125:2022. Si tratta di una certificazione che rappresenta una delle principali previsioni contenute nel PNRR nel quadro della priorità trasversale relativa alla parità di genere.

Uni PdR 125:2022, certificare la parità di genere nelle imprese

Il Ministro per le Pari Opportunità Elena Bonetti e il Presidente UNI Giuseppe Rossi hanno introdotto la prassi Uni PdR 125:2022. Si tratta di una certificazione che rappresenta una delle principali previsioni contenute nel PNRR nel quadro della priorità trasversale relativa alla parità di genere.

Congedo pagato per le donne vittime di violenza inserite in un percorso di protezione

I dati dell’Istat mostrano una situazione piuttosto comune di donne che nel corso della propria vita hanno subito una qualche forma di violenza fisica o sessuale. Il 31,5% delle donne tra i 16 e i 70 anni ha subito nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale.

Dalla Commissione Ue nuove norme per combattere la violenza contro le donne

Tra le conseguenze negative della pandemia, si registra anche un aumento di violenza contro le donne e di violenza domestica in Europa. Proprio in occasione dell’8 marzo, la giornata internazionale della donna, è stata introdotta una normativa che prevede modalità di denuncia più sicure, più semplici, accessibili anche online e con una maggiore tutela dei minori.

Mai più in silenzio – evento di sensibilizzazione nel territorio di Carini contro ogni forma di violenza

“Mai più in silenzio”. L’obiettivo di questo incontro non era solo quello di parlare di violenza, di qualsiasi tipologia, nei confronti delle donne, ma di violenza in tutti gli ambiti e per qualsiasi individuo.  Tra gli ospiti di questo incontro era presente il presidente di Confapi Sicilia, Dhebora Mirabelli, che ha illustrato i punti più importanti della convenzione ILO ed ha presentato l’Osservatorio contro le violenze nei luoghi di lavoro, 6Libera.

Esserci per cambiare. Persona, Lavoro, Partecipazione per il futuro del paese. 6Libera presente al XIII Congresso della Cisl Sicilia

Si terrà a Taormina il XIII congresso regionale Cisl. Si svolgerà martedì 1 e mercoledì 2 marzo. Mercoledì 2 la tabella di marcia congressuale prevede gli interventi, in mattinata, di: Giulia Giuffrè, portavoce dell’Osservatorio contro la violenza di genere nei luoghi di lavoro, 6Libera;

Bonus INPS fino a 6.000 euro per assumere donne disoccupate

Il bonus fino a 6.000 euro spetta per le assunzioni di donne a tempo indeterminato e determinato, rispettivamente per 18 e 12 mesi, ma anche in caso di trasformazioni a tempo indeterminato di rapporti a termine non agevolati.

La promotrice – Dhebora Mirabelli, Avvocata Presidente CONFAPI Sicilia


Da bambina, quando ormai fuori era buio, mi raccontavano la favola del principe azzurro che arriva e salva la principessa.
C’è un momento che mi rimarrà sempre impresso, l’incontro con una collega incrociata chissà quante volte nei corridoi, ma a cui non avevo mai prestato attenzione. Quel giorno, però, era impossibile non notarla: splendeva nei suoi occhi uno spirito di libertà e speranza che la facevano brillare.

Avvicinandosi, mi disse solo una cosa:
“Ho denunciato chi mi rendeva invisibile per ricominciare a essere donna”. È stato in quel momento che ho imparato una lezione importante: nelle storie di violenza non c’è nessun principe azzurro, sei tu che devi avere la forza di uscire dall’oscurità e tornare libera.
Da quell’incontro, il mio obiettivo è stato aiutare quante più donne possibile a uscire dall’invisibilità. Per questo ho creato 6libera, per ridare speranza a chi vive nell’oscurità.

realizzato con il contributo di partnership aziendali:

e il patrocinio non oneroso di:

All right reserved © 2021. Confapi Sicilia Dhebora Mirabelli