fbpx
 

COFFE 6LIBERA
IN COSTRUZIONE

COFFE 6LIBERA – UN PROGETTO PER CELEBRARE LA FESTA DELLA DONNA NEL 2024 – IN COSTRUZIONE

Donne in Sicilia: storie di forza e determinazione attraverso le iconiche “coffe siciliane” 6come6

È con grande emozione e orgoglio che presentiamo il catalogo delle opere “coffe 6come6” oggetto di mostre culturali e artistiche itineranti,  dedicato alle straordinarie donne siciliane che hanno segnato la storia e la cultura, raccontate attraverso le eccezionali borse create da Patrizia Russo, fondatrice di Marinisa Bag, in collaborazione con la nostra Associazione 6come6.6libera – APS-ETS di promozione delle pari opportunità tra donne e uomini.

Questo progetto unico, realizzato in occasione della festa dell’8 marzo 2024, celebra l’emancipazione femminile attraverso il mondo affascinante della moda. Le sei donne siciliane selezionate come “role model” – Rosa Vitale, Mariannina Ciccone, Letizia Battaglia, Francisca Massara, Maria Paternò e Costanza d’Altavilla – sono protagoniste di storie straordinarie, testimoniando la forza, la resilienza e la determinazione delle donne in diverse epoche.

Ogni borsa, curata nei minimi dettagli da Marinisa Bag, è un capolavoro che riflette la personalità e la storia della donna che rappresenta. I tessuti, le passamanerie, i colori e gli elementi decorativi sono scelti con attenzione per catturare l’essenza di ciascuna protagonista.

Rosa Vitale di Cinisi
Subì un rapimento da parte di un ragazzo, ma con l’aiuto del padre riuscì a denunciare il fatto. Ella si laureò, diventò insegnante, dedicò la sua vita alla politica ma anche all’amore per un uomo separato non divorziato. A tal proposito nella rappresentazione della coffa a lei dedicata ho raffigurato i tre momenti che hanno delineato la sua vita: RAPIMENTO-AMORE-LAVORO suddividendo in tre parti distinte il fronte della borsa.

Mariannina Ciccone di Noto
Docente siciliana di matematica che salvò l’Istituto di Fisica dal saccheggio affrontando i tedeschi, riuscendo a salvaguardare i migliori strumenti di ottica che si trovavano all’interno dell’edificio. Una donna che riuscì a laurearsi in un’epoca in cui ciò non era permesso. Nella realizzazione della coffa ho sottolineato la sua professione, per evidenziare maggiormente come sia riuscita ad emergere culturalmente, lavorativamente ma anche dai pregiudizi.

Letizia Battaglia di Palermo
Donna fotografa di fama internazionale che inizia a documentare i morti di mafia, ma non solo, spesso le sue foto in bianco e nero raccontano Palermo, le sue tradizioni, i quartieri, le donne e i bambini. Proprio il suo scatto della “Bambina con il pallone”, che la rese famosa in tutto il mondo, mi ha invogliata a realizzare la sua coffa, perché da ciò ho captato amore verso le donne, verso la sua città nel bianco e nel nero che propone.

Maria Paternò di Catania
La prima donna italiana ad ottenere il divorzio mentre vigeva il Codice Napoleonico. Dopo essersi separata dal marito sposò l’avvocato con il quale aveva sostenuto la causa di divorzio. Nella realizzazione di questa coffa mi è piaciuto sottolineare l’amore che finisce con un cuore spezzato, ma un altro che fiorisce unendo lo stesso cuore con delle catene.

Francisca Massara
La prima donna siciliana che detiene il primato europeo nell’aver indossato i pantaloni, un indumento inaccettabile per il 1700. Nella realizzazione di questa coffa ho desiderato evidenziare anche con i tessuti la sicilianità della donna. Oltre a questo, mi sono soffermata sulla forma, creando un decoro che raffigura proprio dei pantaloni.

Costanza d’Altavilla di Palermo
Questa donna nonostante fosse imperatrice ha vissuto una vita tanto complicata. Lei rappresenta forse per eccellenza l’essere vittima di innumerevoli maldicenze e violenze psicologiche, ma probabilmente anche fisiche, in quanto il marito Enrico VI fu un uomo molto violento. La vita tanto tormentata di Costanza d’Altavilla ha scaturito in me il desiderio di esprimere nella coffa che ho ideato per lei, il potere, ma soprattutto la forza di una donna che ha vissuto una vita poco felice, ma che non si lasciò sopraffare continuando a resistere per l’amore del figlio.

Queste borse non sono solo accessori di moda, ma veri e propri racconti visivi delle vite straordinarie di queste donne. Ogni dettaglio è un omaggio alla loro eredità e al contributo che hanno dato alla società siciliana e oltre.

Attraverso questo catalogo che racconta la mostra itinerante, speriamo di diffondere la consapevolezza e l’ispirazione derivanti da queste storie straordinarie.

Vuoi scoprire di più sull’autrice e conoscere le sue creazioni?

All right reserved © 2021. Confapi Sicilia Dhebora Mirabelli